Sei in :  Company » History
Choose language:
 
 
  
 
» HISTORY
stampa  


La Cantieri del Mediterraneo nasce nel 1911 come "Società BACINI & SCALI NAPOLETANI" per la gestione di due scali di costruzione e di due bacini di carenaggio in muratura nel porto di Napoli, di proprietà del Demanio Marittimo ed in concessione al Comune di Napoli. Nel periodo 1918-23 la società comincia ad occuparsi della costruzione di nuove navi in aggiunta alle riparazioni.

Nel 1928 risentendo della crisi che investe il settore navale, rivolge la sua attenzione alla trasformazione di navi da carico in navi da passeggeri. Tra il 1929 e il 1931 la gestione della società viene affidata ai CANTIERI PARTENOPEI S.A.; gli anni successivi sono caratterizzati da una notevole espansione: la forza lavoro passa da 100 a circa 2000 persone; le attività principali sono la costruzione di incrociatori e la conversione di navi da guerra, la ricostruzione e la trasformazione di numerose navi della flotta Tirrenia e la costruzione di varie navi di piccole dimensioni.

Nel 1939 si ha la fondazione della NAVAL MECCANICA s.p.a., che ha sede a Napoli e amministra:

- Bacini & Scali Napoletani
- Cantieri di Castellammare di Stabia
- Officine Meccaniche e Fonderie
- Cantieri Vigliena

Nel 1940 l'Italia entra in guerra. La Navalmeccanica s.p.a. e implicata in lavori per la Marina Militare, vengono riparate in un anno circa 700 navi, incluse navi da guerra. Nel 1943 le attrezzature sono quasi completamente distrutte; si inizia l’opera di ricostruzione del cantiere e di riparazione/conversione di navi mercantili.

Nel 1955 i Bacini & Scali Napoletani, facenti parte fino a quel momento della Navalmeccanica S.p.A., divengono parte della Società Esercizio Bacini Napoletani S.p.A., che era stata fondata nel 1954. Nello stesso anno, l'Ente Autonomo del Porto di Napoli affida alla S.E.B.N, la gestione del bacino in muratura per navi fino a 80000 TDW.

II 1964 fu un anno importante per la società: la FPNCANTIERI S.p.A., finanziaria delle Partecipazioni Statali, approva un piano di considerevoli investimenti per il rinnovo delle attrezzature e rendere competitiva la S.E.B.N, per importanti lavori di riparazione.

Dieci anni dopo, nel 1974, la S.E.B.N, ottiene in consegna il bacino galleggiante n.5 da 20000 ton. di sollevamento.
Negli anni 1980-81 si ha il completamento dell'ulteriore programma di sviluppo con un investimento di oltre 10 miliardi, necessario per l'installazione del bacino galleggiante n.5 in una migliore posizione, accanto al bacino galleggiante n.4.

Nel 1981 si ha la fusione della Società Esercizio Bacini S.p.A. con gli Stabilimenti di Taranto s.p.a. A seguito della fusione dei due cantieri, la nuova Società diventa SOCIETA' ESERCIZIO BACINI MERIDIONALI S.p.A. nel 1982. Nel 1984, a seguito della totale della ristrutturazione dell'industria cantieristica italiana, la S.E.B.M. viene incorporata nella società multidivisionale FINCANTIERI - Cantieri Navali Italiani s.p.a..

Quindi, dal 1993 le società CANTIERI DEL MEDITERRANEO E BACINI NAPOLETANI s.p.a., costituite da un gruppo di imprenditori privati, rilevano lo stabilimento dalla FINCANTIERI.

 
Cantieri del Mediterraneo S.p.a.
Via Marinella, Varco 6 - 80133 Naples - Italy - Ph. +39 081 7858111 - Fax +39 081 7858232 - VAT 06224120631 - info@cantieridelmediterraneo.com